• Italiano
  • English
  • Deutsch
  • News

    Rio San Martino: tradizione, innovazione e solidarietà

    La festa del Radicchio di Treviso celebra i traguardi della Strada del Radicchio. Una mostra rinnovata che esalta le varietà ad indicazione geografica protetta coinvolgendo esperti chef e promettenti giovani. Un evento che, oltre a promuovere il territorio, assume una connotazione sempre più solidale.

    É partita venerdì 3 novembre la tradizionale Festa del Radicchio di Rio San Martino. Una manifestazione frutto del lavoro di tante realtà impegnate a valorizzare un patrimonio composto da identità storica, culturale, ambientale, economica e sociale sviluppata in oltre un secolo di produzione delle tipiche cicorie. Un tesoro messo in evidenza dalle Pro Loco, dal Consorzio di Tutela e dalla Strada del Radicchio di Treviso e Variegato di Castelfranco che grazie ad un’offerta turistica integrata ha saputo valorizzare il territorio.

    Tra gli ingredienti principali che daranno vita alla 36a Festa del Radicchio non mancherà la solidarietà, tante infatti le iniziative a scopo benefico che verranno proposte durante i 13 giorni che animeranno Rio San Marino. Un evento che nelle scorse edizioni ha contato più di 70.000 visitatori e che ogni anno è punto d’incontro tra produttori e consumatori, sempre più attenti alla qualità dei prodotti messi in tavola. Ripensato per questa edizione anche il nuovo packaging che valorizzerà il pregiato fiore d’inverno. Un rinnovamento che ha trovato pieno accordo con il Consorzio del Radicchio Rosso di Treviso IGP che guarda con ammirazione le iniziative rivolte a valorizzare il marchio di tutela. Un’ evento che alzerà il sipario venerdì 3 novembre con il concerto di Pupo e che verrà inaugurato ufficialmente domenica 5 novembre alle ore 10:00 con la presenza del conduttore di Rete 4 Luca Sardella.

    Quello pensato per quest’anno è un programma denso di tradizione ed innovazione, abbiamo pensato ad una mostra rinnovata proprio per esaltare la qualità del prodotto che festeggiamo afferma Luigino Michieletto presidente Amici del Radicchio La Festa del radicchio di rio San Martino è una manifestazione che esalta il territorio, i prodotti e che ha una grande vocazione per la solidarietà.

    Verrà festeggiata proprio in questa occasione anche il decimo anniversario de La strada incontra”, circuito di iniziative volte allo sviluppo di sinergie tra le varie realtà situate nel territorio. Un’iniziativa sviluppata dalla Strada del Radicchio di Treviso e Variegato di Castelfranco attorno alla zona di produzione delle pregiate varietà tutelate ad Indicazione Geografica Protetta dall’Unione Europea a partire dal 1996. Un’associazione che negli anni ha coinvolto oltre 30 aziende produttrici, 8 operatori turistici e una quindicina di strutture ristorative ed alberghiere dove poter gustare le pregiate varietà.

    Proprio a Rio San Martino, venerdì 17 novembre, la Strada del Radicchio festeggerà con un poker di prodotti IGP, tra questi oltre al radicchio anche l’insalata Lusia, il Fagiolo di Lamon e i Marroni del Monfenera. Un tripudio di gusti che testimonieranno la ricchezza del territorio e che verranno sapientemente abbinati nelle proposte enogastronomiche preparate dalla Pro Loco e dai protagonisti dell’alta cucina. Visitabile durante i giorni della mostra anche Cenacoli d’arte, esposizione d’arte contemporanea, organizzata da la Strada in collaborazione con Tantarte che ha selezionato per l’occasione importanti artisti internazionali.

    La 36a Festa del Radicchio di Treviso inoltre darà il via alla rassegna Fiori D’inverno, cartellone promosso da Unpli Treviso che racchiude tutti gli eventi che le Pro Loco dedicano al territorio e alle tradizioni. Un programma che conta in totale 10 eventi e che terrà banco tra le province di Treviso e Venezia fino a marzo 2018.

    I PRODOTTI Una manifestazione che punta i riflettori sulla varietà precoce del Radicchio Rosso di Treviso IGP ma che dedica tanta attenzione anche ai prodotti biologici e ecocompatibili, oltre che a particolari varietà come la Patata dolce americana, dedicata a quest’ultima una sezione inaugurata sempre nella giornata di domenica 5 novembre. Protagonista indiscussa del secondo fine settimana, temperature permettendo, sarà invece la varietà tardiva del Radicchio Rosso di Treviso IGP che sarà finalmente raccolto dopo le prime gelate autunnali. Spazio inoltre a i kiwi con la 29a mostra dedicata.

    ALTA CUCINA E SOLIDARIETÀA dare il via agli appuntamenti dedicati all’alta cucina ci penserà il Galà di San Martino, una serata gastronomica a tema realizzata in collaborazione con l’Isitiuto Alberghiero Alberini di Treviso prevista mercoledì 8 novembre. Giovedì 16 novembre invece l’Unione Cuochi del Veneto darà vita ad una cena dal titolo A tavola con il gusto della solidarietà dove verrà servito un tripudio di specialità che renderanno omaggio alle pregiate varietà IGP. Grazie alla preziosa collaborazione con le pasticcerie del territorio la Pro Loco ha riconfermato anche per questa edizione la fortunata iniziativa Rio Dolce, mostra mercato di capolavori dolciari, che si terrà giovedì 16 novembre e il cui ricavato verrà interamente devoluto in beneficenza.

    CONCORSI – Nella giornata inaugurale di domenica 5 novembre da non perdere l’esibizione del corpo bandieristico di Sona, lo spettacolo equestre e l’esibizione di ginnastica artistica. Nella serata di sabato 11 novembre spazio invece alle pratiche di Ren Bu Kan Karate di Peseggia. Confermato nuovamente dopo il successo delle scorse edizioni Rio’s got talent, competizione tra talenti che vedrà l’esibirsi di decine di partecipanti pronti a rendere note le loro abilità. Una serata, quella di sabato 19 novembre, che oltre a garantire tante risate devolverà tutto il ricavato in beneficenza. Celebrato sempre in questa edizione anche il decimo anniversario anche per il Concorso Gastronomico per Istituti Alberghieri che verrà presentato dalla conduttrice Veronica Maya domenica 19 novembre alle 11:00.

    X
    - Enter Your Location -
    - or -